La dieta del minestrone

Una delle diete più seguite ed apprezzate, soprattutto dalle donne, è sicuramente rappresentata dalla dieta del minestrone. Ecco in cosa consiste e come è possibile dimagrire velocemente grazie al minestrone.

La dieta del minestrone permette di perdere, a seconda dei soggetti e in relazione a diversi fattori ( come la durata) dai 5 agli 8 kg in breve tempo. E’ consigliabile seguirla per circa una settimana ed è la dieta ideale per le persone che intendono depurarsi e disintossicarsi, hanno episodi di stipsi e desiderano perdere circa 7 o 8 kg.

Il Natale si avvicina e con le festività natalizie e l’attesa dell’anno nuovo, le cene e i pranzi con gli amici diventano più frequenti e benché gioiosi, sono a base di cibi sì buoni ma molto calorici. E’ risaputo che mangiare verdure cotte apporta benefici all’intero organismo e questa dieta presenta diverse caratteristiche: fa perdere massa grassa, è rigenerante e disintossicante.

Entriamo nei dettagli della dieta del minestrone

Al mattino è consigliabile bere una tazzina di caffé oppure una tazza di té e mangiare frutta fresca, come mele, pere, ananas oppure un bicchiere di latte scremato. A metà mattina, quando la fame potrebbe farsi sentire, al bando merendine e prodotti preconfezionati. Optate per un succo di frutta, preferibilmente non zuccherato oppure una spremuta di agrumi. Meglio non mangiare banane e uva, che potrebbero leggermente compromettere il potere dimagrante della dieta. Il pranzo è a base di minestrone i primi tre giorni; a seguire carne bianca, pesce magro, riso integrale e formaggio magro o yogurt, associati a verdure, nei restanti quattro giorni. La cena è a base di verdure cotte o grigliate, carni o pesce magro sempre associati ad un ricco minestrone. Inoltre tra i condimenti è ammesso il burro ( circa 10 grammi) e l’olio extravergine di oliva ( 1 cucchiaio).

Tra le verdure da scegliere per la preparazione del minestrone ricordiamo: porri, spinaci, verza, pomodori. No ai cereali ed ai legumi. E’ necessario, inoltre, bere circa 1 litro e mezzo di acqua al giorno e di sera o di pomeriggio, bere té e tisane. La dieta del minestrone è la soluzione ideale per perdere peso in fretta, per disintossicarsi, eliminare i liquidi in eccesso, combattere la cellulite e idratare la pelle. Inoltre per i soggetti che soffrono di stitichezza, questo regime dietetico si configura come un vero e proprio toccasana.

Il principio alla base di questo regime è che i soggetti perdono peso grazie alla qualità degli alimenti introdotti nel loro quotidiano. Il calo di peso corporeo, infatti, è determinato dall’introduzione di alimenti sani, genuini. Inoltre non contempla alcuno calcolo di calorie o di quantità. Per evitare gli attacchi improvvisi di fame e ripiegare dunque su carboidrati e grassi in generali, è possibile ricorrere al minestrone, che può essere consumato anche più volte al giorno ed è bene ricordare che in alcuni momenti e soprattutto all’inizio, potrebbero verificarsi dolori alla schiena, diuresi eccessiva e diarrea.

Se nei primissimi giorni della dieta, il soggetto ha perso più peso del previsto e cioè più di 3 kg nei primi quattro giorni, è possibile modificare in parte lo schema alimentare, aggiungendo carboidrati la mattina, ad esempio fino a quattro fette di pane tostato e riso oppure pasta integrali da aggiungere a pranzo nel minestrone.

Il successivo “mantenimento” serve a mantenere il peso raggiunto e prevede di abbinare gradualmente frutta e verdura a carboidrati e proteine di origine animale entrambe in maggiori quantità ( rispetto alla dieta). E’ consigliabile pesarsi il primo e il quarto giorno della dieta e non bere assolutamente bevande gassate o alcoliche ed eliminare i dolci ed è importante associare a tale regime alimentare attività fisica, come corsa leggera o circa mezz’ora di camminata al dì.

La dieta del minestrone presenta, come tutti i piani alimentari per perdere peso, dei lati oscuri: essendo ipoproteica, va ad intaccare la massa muscolare e per questo è bene non seguirla per più di una settimana. E’ vietata nei pazienti che soffrono di calcoli alla bile e per questo, prima di cominciare qualsivoglia regime restrittivo, è necessario ascoltare preventivamente il parere del medico.

Written by: LInkredulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.